La genetica



















Il dolore cronico è UNA PATOLOGIA.

Un’analisi piuttosto recente ha suggerito che una variazione ~ 50% nello sviluppo di dolore cronico è ereditabile.

I potenziali confondenti possono essere essi stessi  sotto controllo genetico o addirittura 'ereditari'.

In uno studio genetico su 2195 famiglie scozzesi , 2470 individui hanno riportato di soffrire dolore cronico moderato (31%) e 517 di dolore severo (6%).

In base a questi dati, l’ereditabilità è stata stimata al 29% nell’assenza di dolore, al 44% per il dolore grave.

Includendo l’effetto confondente di alcune variabili legate alle abitudi famigliari di viat e aggiustando per età, indice di massa corporea, sesso, reddito, occupazione e attività fisica, l’ereditarietà per il dolore è del 16% e scende al 30% per il dolore grave. La co-ereditarietà di entrambi i caratteri è stata dell'11% .

>>>>Per saperne di più  "Heritability of chronic pain in 2195 extended families" LJ Hocking et al. 2012

Alcuni geni sono implicati nella percezione del dolore: l'intensità del dolore percepito, anche a parità di trauma, varia molto da persona a persona e l'educazione e le tradizioni culturali possono spiegare solo in parte queste differenze individuali. Potrebbe esserci un’origine genetica.


Di conseguenza, la risposta ai farmaci potrebbe essere diversa: pare che per togliere il dolore a una donna con i capelli rossi serva una dose in più del 20%.